darktable page lede image
darktable page lede image

Immagini selezionate

2.3.6. Immagini selezionate

Questo pannello fornisce alcune azioni che hanno effetto sulle immagini selezionate.

2.3.6.1. Uso

Rimuovi

Rimuove le immagini selezionate dal database di darktable. Queste immagini non appariranno più nel tavolo luminoso, ma resteranno nel filesystem. Dato che darktable salva i parametri di sviluppo nei file XMP sul disco, si può successivamente ricostruire tutto il proprio lavoro semplicemente reimportando le immagini.

Quando fai il backup dei file RAW assicurati di salvare anche i file XMP!

Elimina/cestina

Elimina le immagini selezionate dal database di darktable e rimuove i files dalle loro rispettive posizioni sul disco. In base al valore contenuto nel parametro di configurazione «Sposta file nel cestino durante durante l'eliminazione immagini »(Sezione 8.1, «Opzioni interfaccia») potete rimuovere in modo definitivo le immagini dal filesystem oppure spostarle nel cestino.

Vedi anche l'opzione delle Preferenze «Chiedi prima di rimuovere immagini dal disco» (Sezione 8.1, «Opzioni interfaccia»). Se questa opzione non è attiva, darktable eliminerà i file senza chiedere conferma!

Quando si elimina un'immagine con duplicati, darktable conserva il file di input originale fino a quando l'ultimo dei duplicati non viene eliminato.

Sposta

Sposta fisicamente le immagini selezionate (il file principale e tutti i file sidecar che lo accompagnano) in un'altra cartella. darktable non sovrascrive le immagini nella cartella di destinazione. Se un'immagine di input con un certo nome esiste già nella cartella di destinazione, l'immagine sorgente non viene spostata ma lasciata dove è.

Copia

Copia fisicamente le immagini selezionate (il file principale e tutti i file sidecar che lo accompagnano) in un'altra cartella. Se un'immagine di input con un certo nome esiste già nella cartella di destinazione, non viene sovrascritta ma viene invece creato un nuovo duplicato contenente la coda di sviluppo dell'immagine copiata.

Crea HDR

Crea un'immagine ad ampia gamma dinamica (HDR) dalle immagini selezionate e la salva in un nuovo file nel formato DNG. Le immagini devono essere allineate correttamente, il che implica che siano state scattate su un treppiede robusto. Si possono generare immagini HDR anche con programmi come Luminance HDR per poi importarle in darktable per elaborarle ulteriormente (vedi Sezione 2.3.1.3, «Formati di file supportati»). Notare che darktable non può generare immagini HDR partendo da immagini create da sensori privi del filtro Bayer (ovvero Fujifilm X-Trans).

Duplica

Crea una copia virtuale delle immagini selezionate. Può servire, per esempio, a testare sviluppi diversi per la stessa immagine. Le immagini duplicate condividono lo stesso file di input, ma ognuna ha il proprio file sidecar XMP.

Rotazione

Esegue una rotazione oraria o antioraria sulle immagini selezionate. Il terzo pulsante riporta la rotazione dell'immagine al valore presente nei dati Exif. Questa caratteristica è collegata direttamente al modulo Orientamento (vedi Sezione 3.4.1.2, «Orientamento») ed eventuali aggiustamenti vengono convertiti in elementi della coda di sviluppo di tale modulo.

Copia localmente

Questa azione crea copie locali delle immagini selezionate nel disco interno. Queste copie verranno usate quando le immagini originali non sono accessibili (vedi Sezione 2.2.9, «Copie locali»).

ri-sincronizza le copie locali

Questa azione sincronizza i file sidecar XMP tra il disco locale ed eventuali copie su unità di archiviazione esterne, se necessario, ed elimina le copie locali. Attenzione: se una copia locale è stata modificata e il dispositivo esterno non è accessibile, la copia locale non verrà eliminata (vedi Sezione 2.2.9, «Copie locali»).

Raggruppa

Crea un nuovo gruppo dalle immagini selezionate (vedi Sezione 2.2.6, «Raggruppamento delle immagini»).

Separa

Toglie dal gruppo le immagini selezionate (vedi Sezione 2.2.6, «Raggruppamento delle immagini»).