darktable page lede image
darktable page lede image

Preferenze e impostazioni

Capitolo 8. Preferenze e impostazioni

darktable comes with a number of settings that can be configured by users. You reach the configuration menu by clicking at the top of the screen.

8.1. Opzioni interfaccia

Queste opzioni regolano l'aspetto di darktable.

Larghezza dei pannelli laterali in pixel

Questa opzione controlla la dimensione dei pannelli laterali in pixel. I pannelli laterali si trovano a sinistra e a destra della vista centrale (il valore predefinito è 350 pixel).

Non usare l'anteprima JPEG incorporata, ma la dimensione media raw

Scegli questa opzione per non utilizzare il jpeg del raw ma elaborare il raw stesso. Questa operazione è più lenta (il valore predefinito è disattivato).

Chiedi prima di rimuovere le immagini dal database

Chiedi sempre prima che un'immagine sia rimossa dal database (normalmente attivo).

Chiedi prima di rimuovere immagini dal disco

Chiedi sempre prima che un'immagine sia cancellata (normalmente attivo).

sposta file nel cestino durante l'eliminazione immagini

Sposta le immagini nel cestino di sistema anziché eliminarle dal disco (normalmente abilitato).

Chiedi prima di rimuovere immagini dalla cartella del rullino

Chiedi sempre prima di spostare un'immagine (normalmente attivo).

Chiedi prima di copiare le immagini nella cartella di un nuovo rullino

Chiedi sempre prima di copiare il file di un'immagine (normalmente attivo).

Numero dei livelli di cartelle da mostrare nelle liste

Numero di livelli di cartella da mostrare nel nome del rullino, iniziando da destra (predefinito 1).

Ignora le immagini JPEG quando importi i rullini

Quando si hanno RAW+JPEG nella stessa cartella non ha senso importarli entrambi. Con questo flag si possono ignorare tutti i jpeg (inizialmente disattivato).

Cartella ricorsiva trasversale quanto importi i rullini

Importa non solo le immagini dalla directory selezionata ma anche quelle da tutte le sottodirectory (inizialmente disabilitato).

Creatore da assegnare al momento dell'importazione

Se specificato, aggiunge automaticamente questa stringa come etichetta autore quando si importano le immagini (nessun valore preimpostato).

Editore da assegnare al momento dell'importazione

Se specificato, aggiunge automaticamente questa stringa come etichetta editore quando si importano le immagini (nessun valore preimpostato).

Diritti da assegnare al momento dell'importazione

Se specificato, aggiunge automaticamente questa stringa come etichetta diritti quando si importano le immagini (nessun valore preimpostato).

Etichette separate da virgola da assegnare al momento dell'importazione

Se si desidera aggiungere altre etichette durante l'importazione delle immagini, si possono inserire come lista di parole separate da virgola (nessun valore preimpostato).

Valutazione iniziale da assegnare al momento dell'importazione

Valutazione (da 0 a 5) iniziale di tutte le immagini quando importi un rullino (predefinito 1).

Abilita i provini

Abilita i provini in modalità camera oscura, tethering e mappa (normalmente abilitato).

elaborazione miniatura in alta qualità a partire dalle dimensioni

Se la dimensione dei provini è maggiore di questo valore verrà processata usando la massima qualità possibile che darà un risultato migliore ma è più lenta (predefinito 720p).

Controllo pressione penna per maschera pennello

Controlla il modo in cui la lettura pressione di una tavoletta grafica influenza le pennellate nuovamente generate (vedi Sezione 3.2.7, «Maschera disegnata»). Si può regolare la larghezza del pennello, la durezza e l'opacità. «Assoluto» significa che la lettura pressione definisce direttamente l'attributo con un valore compreso tra 0% e 100%. «Relativo» significa che la lettura pressione aggiusta l'attributo su un valore compreso tra 0 e il valore predefinito (normalmente disabilitato).

morbidezza pennellate

Imposta il livello di morbidezza per i tratti di pennello. Alti valori di morbidezza generano tracciati con un numero inferiore di nodi che permettono di disegnare con più facilità ma con meno accuratezza.

visualizza i canali colore individualmente

Controlla come i vari canali colore vengono visualizzati se attivati nella funzione maschera parametrica. Potete scegliere tra «falsi colori» e «scala di grigio» (predefinito: falsi colori).

Chiedi prima di eliminare un tag

Chiedi sempre prima di eliminare un'etichetta da un'immagine (normalmente abilitato).

visualizza sulla mappa solo le immagini appartenenti alla collezione attuale con relativi eventuali filtri.

Utilizza le impostazioni correnti dei filtri per selezionare le immagini geo-localizzate e visualizzate sulla mappa. Questa impostazione serve a limitare il numero delle immagini a quelle attualmente visualizzate tra i provini e riduce di conseguenza il tempo necessario a visualizzarle (inizialmente abilitato).

Numero massimo di immagini mostrate sulla mappa

Numero massimo di immagini geo-referenziate segnate sulla mappa. Incrementando questo numero verrà rallentata la composizione della mappa. Riavvio necessario se modificato (predefinito 100).

Stampa la posizione dell'immagine

Mostra una rappresentazione più leggibile della posizione nel modulo Informazioni dell'immagine (inizialmente abilitato).

Sovrapponi lateralmente il testo sulle immagini zoomate

Se accanto ad un'immagine c'è un file di testo è possibile visualizzarlo sovrapposto all'immagine zoomata nella vista tavolo luminoso. Il file di testo deve avere lo stesso nome del file immagine e l'estensione «.txt». Deve trovarsi al suo posto al momento dell'importazione dei files

Espandi un solo modulo alla volta in modalità tavolo luminoso

Regola il modo in cui sono espansi i pannelli del tavolo luminoso. Se questa opzione è abilitata, l'espansione di un pannello tramite un click contrae qualsiasi pannello attualmente espanso. Se si desidera espandere un pannello senza contrarre gli altri, si usa shift-click. Se si disabilita questa opzione, si ripristina il significato di click e shift-click (inizialmente disabilitato).

Espandi un solo modulo alla volta in modalità camera oscura

Regola il modo in cui sono espansi i pannelli della camera oscura. Se questa opzione è abilitata, l'espansione di un modulo tramite un click contrae qualsiasi pannello attualmente espanso. Se si desidera espandere un modulo senza contrarre gli altri, si usa shift-click. Se si disabilita questa opzione, si ripristina il significato di click e shift+click (inizialmente abilitato).

scorri la lista dei moduli in vista tavolo luminoso quando sono espansi/compressi

Se questa opzione è abilitata i pannelli laterali della vista tavolo luminoso posizioneranno in cima alla lista un modulo quando questo viene espanso/contratto (inizialmente disabilitata).

scorri la lista dei moduli in vista camera oscura quando sono espansi/compressi

Se questa opzione è abilitata il pannello laterale della vista camera oscura posizionerà in cima alla lista un modulo quando questo viene espanso/contratto (inizialmente abilitata).

bordo attorno all'immagine in vista camera oscura

Visualizza l'immagine in vista camera oscura con un piccolo bordo di una certa quantità di pixel (predefinito 20).

Elaborazione in alta qualità per la presentazione

Controlla il metodo di processamento delle immagini per la vista presentazione. Se questa opzione è abilitata l'immagine viene prima di tutto processata alla sua massima risoluzione e ridimensionata alla fine. Questo metodo produce migliori risultati dal punto di vista qualitativo ma è più lento (inizialmente abilitato).

selezionare per due volte una stella non porterà la valutazione a zero

Normalmente cliccando due volte una stella si imposta il livello di valutazione dell'immagine a zero. Se questa opzione viene selezionata, cliccando due volte sulla valutazione ad una stella verrà invece mantenuta la valutazione stessa (predefinito: disattivato)

Metodo da usare per ottenere il profilo monitor

Questa opzione permette di forzare il metodo per ottenere il profilo del monitor in uso per la gestione del colore (vedi Sezione 3.2.10.2, «Metodi di interpretazione»). Se si lascia il valore predefinito «tutti» darktable interrogherà il server del display X xatom oppure il servizio colord. Potete impostare questa opzione direttamente in «xatom» oppure «colord» per forzare un metodo specifico nel caso in cui quello alternativo dovesse dare risultati non corretti.