darktable page lede image
darktable page lede image

Pannelli del tavolo luminoso

2.3. Pannelli del tavolo luminoso

2.3.1. Importa

Questo pannello serve a importare le immagini nei rullini. Si può importare una cartella completa premendo «cartella», oppure una singola immagine con «immagine». Si può anche importare direttamente da una fotocamera collegata utilizzando il pulsante «cerca dispositivi». Se una fotocamera supportata è collegata potete importare le immagini direttamente da quel dispositivo oppure potete controllarla con darktable in modalità scatto remoto (tethering).

Le immagini importate vengono organizzate in rullini (vedi Sezione 2.2.1, «Rullini»). Tutti i rullini sono accessibili attraverso il modulo Raccolta immagini (vedi Sezione 2.3.2, «Raccolta immagini»). Se si imposta l'attributo di selezione su «rullino» si ottiene una lista dei rullini disponibili, che può essere filtrata tramite la casella di modifica in modo da trovare rapidamente il rullino desiderato. Se si clicca due volte su un rullino della lista verrà aperto nel tavolo luminoso. Si può anche cliccare sugli elementi nelle Raccolte usate recentemente (vedi Sezione 2.3.3, «Raccolte usate recentemente») per aprire le ultime a cui si è lavorato.

2.3.1.1. Importa dal filesystem

Si possono importare una singola immagine o una cartella. Se si importa una cartella, le immagini di quella cartella appariranno in un rullino con lo stesso nome della cartella importata.

Se si clicca su «Importa immagine» o «Importa cartella» si apre una finestra di dialogo per la scelta del file. Naviga attraverso il filesystem e seleziona l'elemento da importare. Nella parte inferiore della finestra sono disponibili ulteriori opzioni di importazione.

Come è evidente dal nome, se si spunta «importa ricorsivamente le cartelle» verranno importate le immagini nella cartella attualmente selezionata e tutte le sottocartelle. Non è consigliato, ed è uno spreco di risorse, farlo su un gran numero di immagini. darktable creerebbe delle anteprime per tutte queste immagini, ma alla fine terrebbe nella sua cache solo quelle recenti. È meglio importare le immagini in pezzi più piccoli, creando dei rullini logici.

Spuntare «ignora i file jpeg» è una buona scelta se nella stessa cartella ci sono delle immagini JPEG che non si vuole elaborare; per esempio, se la fotocamera salva RAW+JPEG, di solito si preferisce lavorare sui file RAW, lasciando stare le immagini JPEG.

Si possono anche applicare alcuni metadati durante l'importazione; vedi Sezione 2.3.10, «Editor metadati» per maggiori informazioni.

L'importazione di una cartella non significa che darktable copia le immagini in un'altra cartella. Significa soltanto che le immagini saranno visibili nel tavolo luminoso e quindi potranno essere sviluppate. Se si elimina un'immagine o una cartella dal disco dopo averle importate, darktable non è più in grado di accedervi. Quando si importa un'immagine o una cartella in darktable non si sta facendo un backup del filesystem! Inoltre darktable non controlla le modifiche nel filesystem: quindi se si aggiunge un'immagine a una cartella già importata in darktable, la nuova immagine non apparirà finché non sarà importata esplicitamente.

2.3.1.2. Importare da una fotocamera collegata

Quando viene rilevata una fotocamera, viene mostrata nel pannello dei dispositivi dopo aver premuto «cerca dispositivi». Se si passa col mouse sopra l'etichetta della fotocamera, apparirà un suggerimento con le informazioni sulla fotocamera, come modello, versione del firmware e altro. A seconda del supporto per la fotocamera, saranno disponibili pulsanti con azioni come «Importa dalla fotocamera» e «Scatto remoto».
Importa dalla fotocamera

Questo farà apparire una finestra di dialogo per l'importazione, che mostra le immagini sulla fotocamera che possono essere selezionate per essere importate in un rullino in darktable.

E' possibile definire la cartella radice da utilizzare per il salvataggio delle immagini importate così come le regole per creare i nomi delle sottocartelle e delle singole immagini attraverso il menu Mostra preferenze globali. (vedi Sezione 8.3, «Opzioni sessione»).

Scatto remoto

Il tethering (scatto remoto) serve a integrare darktable con la fotocamera. Mentre si scattano le immagini con la fotocamera, queste vengono automaticamente importate in darktable, in modo da poter controllare il risultato dello scatto. Si possono anche impostare sessioni di acquisizione remota, specificando il numero di immagini e l'intervallo di tempo tra ciascuna acquisizione, oltre a impostazioni della fotocamera come tempo di esposizione, diaframma e altro.

Se la fotocamera è abilitata, il pulsante tethering porta alla vista di acquisizione dove si può utilizzare lo scatto remoto. Altre informazioni sul tethering si trovano nel Capitolo 4, Tethering (scatto remoto).

2.3.1.3. Formati di file supportati

darktable è specializzato nella gestione e sviluppo di file raw. Supporta un gran numero di formati di file di vari produttori di fotocamere. Inoltre darktable può leggere alcune immagini a bassa gamma dinamica e a ampia gamma dinamica, con lo scopo principale di scambio dati tra darktable e altri programmi.

darktable individua un file per l'importazione solo se ha una delle seguenti estensioni (in maiuscolo o minuscolo): 3FR, ARW, BAY, BMQ, CAP, CINE, CR2, CRW, CS1, DC2, DCR, DNG, ERF, FFF, EXR, IA, IIQ, JPEG, JPG, K25, KC2, KDC, MDC, MEF, MOS, MRW, NEF, NRW, ORF, PEF, PFM, PNG, PXN, QTK, RAW, RAW, RDC, RW1, RW2, SR2, SRF, SRW, STI, TIF, TIFF, X3F.

Se darktable è compilato col supporto JPEG2000, vengono riconosciute anche queste estensioni: J2C, J2K, JP2, JPC.

Se darktable è compilato col supporto GraphicsMagick, vengono riconosciute le seguenti estensioni oltre a quelle standard: BMP, DCM, GIF, JNG, JPC, JP2, MIFF, MNG, PBM, PGM, PNM, PPM.

File raw della fotocamera

darktable legge i file raw attraverso la libreria open source RawSpeed sviluppata originariamente da Klaus Post e oggi entrata a far parte del progetto darktable. Il numero di fotocamere e formati file supportati è in costante aumento; darne una lista completa non rientra nell'ambito di questo manuale. È supportata la maggior parte dei modelli di fotocamera moderni e i nuovi tendono a essere aggiunti molto rapidamente. darktable non decodifica le immagini provenienti da fotocamere che hanno sensori diversi dal Bayer (ad esempio, Fuji X-Pro1 o le Sigma col sensore Foveon X3).

File immagine LDR

darktable legge nativamente le «comuni» immagini in formato JPEG, 8-bit/16-bit PNG e 8-bit/16-bit TIFF. È supportato anche JPEG2000 se le librerie necessarie sono presenti al momento della compilazione. Analogamente, se darktable è compilato col supporto a GraphicsMagick, sono disponibili altri formati di importazione, come GIF, Dicom DCM, ulteriori formati TIFF esotici e alcuni formati della famiglia «portable xyz-map» di Sun.

File immagine HDR

darktable legge le immagini ad alta gamma dinamica in formato OpenEXR, RGBE e PFM.