darktable page lede image
darktable page lede image

Selettore colore globale

3.3.4. Selettore colore globale

Using the global color picker you can take color samples from your image, display their values in multiple ways and compare colors from different locations. The color picker is activated by pressing the icon. There are multiple parameters for controlling how the color picker works, whose settings remain in effect until you leave the darkroom mode.

Oltre al selettore colore globale qui descritto, ci sono anche dei selettori colore locali in alcuni moduli (per esempio la Curva di tono). Il selettore colore globale e quelli locali sono diversi. Il primo lavora nello spazio colore del monitor e prende i campioni dopo che l'intera catena di sviluppo dei pixel è stata elaborata. I secondi lavorano nello spazio colore di ciascun modulo, che solitamente è Lab, e riflettono i dati di input e output di quello specifico modulo all'interno della catena di sviluppo.

Il selettore colore globale può essere utilizzato in modalità punto o area. In modalità punto verrà selezionata solo una piccolissima area sotto il cursore del mouse. In modalità area è invece possibile disegnare un rettangolo per campionare l'area così delimitata. L'elenco a discesa utilizzato per scegliere la modalità punto o area può essere usato per modificare il comportamento anche dei selettori colore locali.

Se campionate un'area colore, darktable calcolerà i valori medio, minimo e massimo dei valori nel loro canale colore. Grazie ad un elenco a discesa potete scegliere quale di questo valore desiderate selezionare. Per ovvie ragioni i valori medio, minimo e massimo sono identici se la selezione viene fatta in modalità punto.

Viene visualizzato un quadrante che rappresenta l'area o il punto selezionato. Allo stesso modo vengono anche visualizzati i relativi valori numerici. Come detto in precedenza il selettore colore globale opera all'interno dello spazio colore RGB del monitor. E' possibile chiedere a darktable di tradurre questi valori numerici in valori relativi allo spazio colore Lab. Attenzione però, perché in questo caso i valori Lab sono approssimativi: in base al profilo colore del monitor potrebbero esserci alcune differenze rispetto ai valori reali.

Quando viene spuntata l'opzione «restringi l'istogramma alla selezione», l'istogramma in alto a destra prenderà in considerazione solo i valori contenuti nell'area o nel punto selezionati (vedi Sezione 3.3.6, «Istogramma»). Questo è comodo per capire quali valori tonali sono contenuti all'interno di un'area specifica.

I colori campionati in modalità area o punto possono essere «salvati» come campioni premendo il pulsante «più». darktable visualizzerà un quadrante e i relativi valori numerici per ogni campione salvato. Anche in questo caso l'utente è libero di scegliere quale valore numerico visualizzare (media, max, min) e se in spazio colore RGB o Lab.

I campioni salvati sono sono bloccati. Se cambiate immagine i campioni salvati visualizzeranno le informazioni relative all'immagine corrente. Questa funzione è utile per vedere come agiscono impostazioni diverse su diverse parti dell'immagine. Cliccando su un quadrante colore il relativo campione viene bloccato (e viene visualizzato un apposito simbolo). In questo caso il campione colore non cambia se viene selezionata una nuova immagine. Potete, ad esempio, campionare due volte la stessa area e bloccarne una sola per avere un confronto prima e dopo una certa modifica.

Se selezionate l'opzione «Visualizza l'area campionata sull'immagine» potrete visualizzare la posizione dei campioni selezionati sulla vostra immagine.